Eventi dell'Associazione

Il Futuro del lavoro. Minacce e opportunità della tecnologia

lavoro_tecnologia

Venerdì 1 dicembre 2017 – ore 19, Via Nizza 56 – Roma 

Il prof. Domenico De Masi, è uno dei più noti sociologi italiani, consulente di importantissime aziende italiane e non, divulgatore di ricerche e riflessioni sulla evoluzione della società civile sia attraverso pubblicazioni che la TV.

Professore emerito di sociologia del lavoro all professore emerito di Sociologia del Lavoro presso l’Università la sapienza di Roma, dove è stato preside della facoltà di Scienze della Comunicazione, De Masi è autore di numerose pubblicazioni di successo frutto di approfondite ricerche e riflessioni sulle realtà sociali del mondo contemporaneo.

Il futuro del lavoro

Per la rilevanza dei temi, per la sua competenza e chiarezza nella formulazione delle opinioni egli è uno dei volti più noti tra gli esperti presenti nelle trasmissioni televisive.

Domenico De Masi ha ricoperto anche incarichi direttivi come assessore alla Cultura del comune di Ravello, dove ha diretto per un decennio anche il prestigioso Ravello Festival, uno dei grandi appuntamenti artistici internazionali.

In questo incontro, il prof De Masi, ci parlerà delle profonde trasformazioni nel lavoro per effetto di una molteplicità di fattori (in primis la tecnologia) e delle conseguenze sociali.
Anche con l’aiuto di immagini, ci aiuterà a capire il ruolo delle nuove tecnologie, le criticità che possono derivare dal loro utilizzo ma anche le straordinarie opportunità.

In connessione con i problemi del lavoro, è prevista una testimonianza diretta da parte di una giovane imprenditrice lucana che ha “inventato” il proprio lavoro.
La conversazione con il prof De Masi, sarà infatti preceduta preceduta dalla esposizione di Ersilia D’Amico che insieme ad un gruppetto di conterranei ha fondato a Melfi il Birrificio del Vulture.

Nel corso della serata vi saranno due degustazioni gratuite di tre delle loro nove birre artigianali: alle 18,30, prima dell’inizio della conferenza e poi durante la cena.

Al termine dell’evento è prevista la formulazione di domande moderate dal giornalista di La7 Franco Rina.