logo
  • Home
  • Eventi
  • Legge sulla mediazione: più veloce la composizione delle vertenze?

Legge sulla mediazione: più veloce la composizione delle vertenze?

Mediazione

A Marzo 2011 è entrata in vigore una norma per fornire un contributo decisivo alla riduzione delle cause civili e velocizzare la composizione delle controversie in materia di condominio, RCA, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, comodato, affitto di aziende, risarcimenti sanitari, diffamazione a mezzo stampa o altro mezzo, contratti bancari, finanziari, assicurativi. Per queste materie non sarà possibile dire:” Le faccio causa…” e dare seguito alla minaccia, perché è diventato obbligatorio percorrere una via alternativa che impone alle parti un “tentativo” di accordo.

Nell’introdurre i lavori, l’avv. Alberto Leo, membro del Direttivo e mediatore, ha ricordato l’enorme arretrato dei processi civili (5 milioni e duecentomila) che penalizza i cittadini, scoraggia gli investitori stranieri, espone l’Italia ai richiami della Commissione Europea, ecc.. Proprio dall’ Europa è venuto il suggerimento di introdurre sistemi alternativi  (e amichevoli) di soluzione delle dispute.

L’avvocato e docente Mario De Luca Picione, ha fatto un chiaro e coltissimo escursus storico di filosofia del diritto ricordando alcuni precedenti illustri della normativa.  Il procedimento alternativo, da decenni in atto nei Paesi con normative ispirate al diritto anglosassone, stabilisce che le parti debbano scegliere una camera arbitrale che designerà il mediatore incaricato di facilitare la composizione della controversia in modo reciprocamente vantaggioso per le parti. Il mediatore non decide (come il giudice o un arbitro), è un facilitatore che cerca una composizione entro il termine massimo di 4 mesi.  E’ un ruolo che richiede assoluta imparzialità, riservatezza, competenza di tipo giuridico, economico e psicologico, aspetti sui quali l’avv. De Luca si è soffermato per sottolinearne la rilevanza. Il procedimento, si può interrompere in qualsiasi momento ma una volta sottoscritto l’accordo, il verbale costituisce titolo esecutivo anche per l’iscrizione di ipoteche, espropriazione forzata, ecc.

Dopo la visione di un breve filmato che ha reso ancora più chiara la tematica, l’avvocatessa Ylli Pace, presidente di una Camera Arbitrale ha fornito alcune indicazioni pratiche su costi, scelta e designazione del mediatore, modulistica, ecc.

Alla presentazione ha assistito il nostro socio onorario Senatore a Vita Emilio Colombo, giunto a sorpresa direttamente dal concerto di Riccardo Muti offerto dal Presidente della Repubblica Napolitano al Pontefice Benedetto XVI° .  Da uomo delle istituzioni, ha auspicato i benefici attesi dal legislatore e da tanti cittadini:

  • accorciamento dei tempi di composizione delle controversie
  • minori costi
  • possibilità per una collaborazione al posto del conflitto.

Conclusa la sessione sulla mediazione, c’è stato lo spazio per segnalare un aspetto poco noto dell’ avv. Mario De Luca Picione,  l’attività di saggista al quale l’International Inner Wheel (Il Rotary Club femminile) di Potenza dedica una serata con la presentazione de IL Tuffatore, un testo che l’autore descrive nel sottotitolo come un Carnet de Voyage. Passeggiate nel Cilento campano e lucano da Paestum a Maratea.

Per qualche informazione preliminare sul lavoro, è stato concesso un breve spazio all’ing. Salvatore Claudio La Rocca che ha curato la prefazione.

La presentazione a Potenza avrà luogo il 21 maggio, alle 18,00 nel cortile di Palazzo Loffredo.

 

Articolo aggiornato con le foto dell’evento!

 

 

Tags: ,

Copyright © 2011 Associazione dei Lucani a Roma