Altre notizie

Omaggio a Leonardo Sinisgalli

sinisgalli

Venerdì 24 novembre si è svolto l’affollato incontro Omaggio a Leonardo Sinisgalli organizzato dal Circolo Giustino Fortunato dei Lucani a Salerno, una delle più operose e qualificate associazioni di lucani altrove presieduta da Rocco Risolia.

Alla serata, moderata dal direttore del giornale on line www.ilquotidianodisalerno.it Aldo Bianchini, ha preso parte un qualificato panel di relatori che hanno fornito ai partecipanti una idea del livello e complessità di colui che viene ricorrentemente definito il poeta-ingegnere.

Omaggio a Leonardo Sinisgalli locandina

Dopo la introduzione di Rocco Risolia e la lettura di alcune poesie da parte di Florinda Punzi e Mario Mastrangeli, hanno illustrato la Sua grande vastità di interessi e la molteplicità di esperienze sia Biagio Russo (direttore della Fondazione Leonardo Sinisgalli) che la neolaureata Ingrid Stefani, autrice della tesi La Prosa di Sinisgalli.

Del ruolo della Fondazione ha parlato anche Senatro Di Leo, attuale sindaco di Montemurro che sta proseguendo l’opera dell’amministrazione comunale per potenziare le iniziative di valorizzazione del patrimonio presente nella Casa delle Muse, un giacimento di documenti, dipinti, oggetti personali sinisgalliani di rilevante interesse per i ricercatori della cultura del Novecento.

Amministrazione comunale, cittadinanza e Fondazione sono sempre più consapevoli del ruolo che la valorizzazione delle specificità culturali può avere nello sviluppo socio-economico di un territorio. Ne è una dimostrazione la convinta adesione al neo costituito consorzio museale ACAMM tra i comuni lucani di Aliano, Castronuovo S.A., Moliterno e Montemurro, che, come altri comuni delle “aree interne”, combattono per arrestarne il declino.

Ha partecipato alla serata anche il presidente dell’Associazione dei Lucani a Roma, Filippo Martino, per: testimoniare ammirazione verso ampiezza e spessore dei programmi realizzati da un sodalizio gemello (entrambi intitolati al politico e storico lucano Giustino Fortunato), realizzato con il contributo e la passione  di volontari orgogliosi delle proprie radici; confermare attenzione verso la figura di Sinisgalli e la perdurante modernità della Sua esperienza nel collegare cultura e impresa. Un tema di rinnovato interesse.