Iniziative esterne

2019 : un anno speciale

Attività fuori sede

Il 2019 è un anno speciale per Matera, per la Basilicata e per la nostra Associazione che compirà 25 anni il 12 aprile.

In questo avvio del 2019, la ripresa degli incontri del venerdì è stata preceduta dalla partecipazione ad una serie di eventi promossi da noi, da singoli associati o da altre entità. Tra gli altri, si segnalano, rispettivamente, il:

  • 14, l’intervista presso Radio Roma Capitale al presidente dell’Associazione Filippo Martino che ha esposto per una decina di minuti i criteri ispiratori e le specifiche iniziative del nostro sodalizio, componente della interessante galassia degli enti culturali che animano la scena di Roma e dell’intero paese. Rendendo un prezioso servizio alla diffusione ad una conoscenza che, pur in assenza di astruserie, non evita gli approfondimenti di fatti complessi.
  • 16, incontro col pittore lucano Luca Celano, da anni a Roma, con una produzione artistica nota ed apprezzata. Docente di Figura Disegnata ed Anatomia artistica, le sue immagini sono ispirate al neorealismo ed i colori riverberano la luce del SUD. È venuto in Associazione per portare due bellissime cromolitografie 35×50 che esporremo nella segreteria in via Nizza;

  • 21, segnalazione da parte della nostra associata Rosetta Zito della stampa della seconda edizione del volume Napoli per Sempre, una raccolta di 206 testi di canzoni classiche della grande tradizione poetica e musicale di Napoli;
  • 19, mentre il nostro associato Alessandro Martino iniziava una lunga giornata di riprese foto/video a Matera nelle varie fasi della inaugurazione dell’anno europeo della cultura; 25 associati hanno visitato la bellissima mostra multimediale sugli Impressionisti Francesi;

Matera 2019

Mostra multimediale sugli Impressionisti Francesi

  • 23, inaugurazione della mostra d’arte della nostra associata Paola del Plato, nella Galleria Pigna, nell’imponente Palazzo Maffei Marescotti, visitabile fino al 31 gennaio. Le opere nella mostra intitolata Limiti Trascendenti, non sono solo suggestive nei colori e nelle forme, ma trasmettono il senso di ricerca di trascendenza, derivante anche dagli insegnamenti del suo maestro, il padre Passionista Tito Amodei di cui è esposta anche una cultura del volto eseguita dalla Del Plato;
  • 24, conferenza su Ermanno Loevinson e la cultura ebraica dei primi decenni del Novecento e mostra dei suoi lavori nella stupenda sala Alessandrina dell’Archivio di Stato, progettata dal Borromini. Iniziativa cui ha preso parte da protagonista Serena Dainotto e che viene segnalata anche via Facebook in occasione della Giornata del Ricordo.