Eventi dell'Associazione

Ambiente, Energia, Economia

Venerdì 5 Giugno

Nella giornata mondiala dell’ambiente organizzata dalle Nazioni Unite, l’Associazione ha organizzato un incontro per discutere di un tema cruciale per il nostro presente e ancora di più per il futuro : quello della compatibilizzazione del crescente bisogno di energia con la riduzione di emissioni nocive per l’ambiente.

Problemi complessi e controversi di cui non se ne sa mai abbastanza e che, proprio per questo, è neccessario discuterne con persone veramente competenti e capaci di renderne comprensibili gli aspetti intorno ai quali maggiore è il dibattito.
Per saperne di più abbiamo chiesto al nostro associato ing. Luigi Noviello, esperto di livello internazionale, di aiutarci nella comprensione dei problemi con la conversazione intitolata: Il protocollo di Kyoto: scenari energetici. Noviello con una presentazione dalla struttura articolata, agile ed essenziale, resa comprensibile da un eloquio gradevole e senza tecnicismi, ha affrontato i temi delle necessità energetiche e del controllo delle emissioni. Facendo riferimento, per questo aspetto, alle clausole del Protocollo di Kyoto che impone ai paesi sottoscrittori (come l’Italia) percorsi virtuosi di progressiva riduzione delle emissione oppure sanzioni economiche molto severe. (www.wikipedia.org/wiki/Protocollo_di_Kyoto).
Per far fronte al crescente bisogno di energia e alla contestuale necessità di ridurre le emissioni è prevista un’accellerazione verso politiche di approvvigionamento energetico che predono un uso crescente di fonti cosiddette “rinnovabili”, biocarburanti ed anche un aumento dell’uso del nucleare oppure la sua riadozione da parte di paesi che lo avevano dismesso. Dovuto, questo, alle più sicure tecnologie di produzione ma anche ai sistemi di trattamento della cosiddette “scorie”. La presentazione su quest’ultimo punto è stata assai interessante perchè l’ing. Noviello, per le sue conoscenze e gli incarichi direttivi in Sogin, è considerato uno dei più autorevoli esperti mondiali.