Eventi dell'Associazione

Archivio di Stato di Potenza

Serata dedicata ad approfondire la conoscenza di una delle più interessanti realtà culturali lucane (l’Archivio di Stato di Potenza) è stata ancora più interessante rispetto alle attese.
Obiettivo dell’iniziativa non era delle più semplici: presentare il funzionamento di una istituzione che negli stereotipi diffusi è solitamente percepita come una realtà importante ma solo per una cerchia ristretta di specialisti.

Negli ultimi tempi, invece, grazie alla curiosità ed al dinamismo dei responsabili di alcuni Archivi di Stato, se ne è valorizzata la natura intrinseca di giacimenti culturali dai quali estrarre dati e storie che non solo danno fondamento e struttura ai ricordi ma anche spunto per riflessioni creative. Tra i grandi precedenti, è stato ricordato l’utilizzo di documentazione degli archivi da parte di Alessandro Manzoni per vicende che si trovano nel grande romanzo de I promessi Sposi.
L’Archivio di Stato di Potenza, www.aspz.it, è tra quelli che da qualche tempo stanno mostrando più dinamismo come illustrato in altre occasioni di incontro con il prof. Tamblè e, soprattutto, evidenziato dal tema della serata: la presentazione del testo dal significativo titolo ArchivioCrea. Una esperienza di scrittura creativa.
Il testo descrive il laboratorio (il primo tenutosi in un Archivio di Stato) nato per avvicinare in modo divertente e creativo gli amanti della letteratura e della scrittura alla consultazione di documenti del passato, come stimolo per la fantasia.
Ne hanno parlato il prof. Donato Tamblé, Direttore dell’Archivio di Stato e Sopraintendente archivistico per il Lazio e la Basilicata, la d.ssa Valeria Verrastro, direttore coordinatore dell’Archivio di Stato di Potenza (entrambi noti agli associati) e la nostra associata Celeste Claps.