Eventi dell'Associazione

Arte e fede nel periodo Barocco a Roma

001_Arte e fede nel periodo Barocco a Roma_cover

Giovedì 9 giugno, ore 16:30 – Piazza del Gesù, Roma 

Tra le nostre iniziative per conoscere Roma, si colloca questa visita guidata a strutture architettoniche tra le maggiori espressioni del Barocco europeo costruite nel corso di due secoli dai gesuiti (l’ordine religioso della compagnia di Gesù di cui l’attuale Papa Francesco è stato un chierico regolare) e che nel loro insieme formano una “cittadella della fede”.

La visita, guidata dalla dott.ssa Paola Goggioli, ha riguardato la:

  • Chiesa del Gesù, affrescata dal Bernini e dal Baciccio, con una spettacolare macchina, ripristinata di recente, che mette in scena movimenti di grande suggestione, dell’altare maggiore costruito da Andrea Pozzo;
  • Casa dell’Accoglienza, con prospettive illusionistiche ed affreschi di Andrea Pozzo;
  • Chiesa di San’Ignazio, con molte opere d’arte e la finta cupola di Andrea Pozzo.

E’ stata una visita di riscoperta sia della storia che della grande bellezza di luoghi in gran parte già noti ai partecipanti. Il passato ed il presente della Compagnia di Gesù (dal fondatore Sant’Ignazio all’attuale Pontefice Francesco I), le sue vicende, il suo ruolo nella chiesa e nella società sono stati illustrati dalla dott.ssa Goggioli insieme all’analisi artistica dei monumenti commissionati dai Gesuiti.

La ricchezza delle chiese barocche in generale e di queste visitate in particolare (tra i maggiori esempi del barocco europeo) stupisce e stordisce al punto da non rendere immediatamente comprensibili messaggi simbolici delle pitture e delle sculture. Per questo è stato davvero fondamentale l’aiuto della nostra guida per apprezzare la grande arte di Bernini, Andrea Pozzo, Baciccio, ecc., per interpretare le mappe storiche e la connessione nel tessuto urbano attuale tra gli edifici che costituiscono la cosiddetta “cittadella della fede“. Nell’ambito della quale ha un posto preminente il Collegio Romano (attuale liceo massimo e sede del MiBACT) osservato dall’esterno.

Tra le meraviglie, particolarmente emozionanti, i luoghi spartani in cui è vissuto Sant’Ignazio, il corridoio della Casa Professa (sconosciuta ai più) e l’animazione dell’altare del Santo nella Chiesa del Gesù caratterizzato da un’insieme di movimenti (il quadro che scompare per lasciar posto alla ricchissima statua), le luci, la musica, le parole.

 

  Galleria fotografica