Libri

ASSI – Come, Quando, Fuori, Piove

di Donato Vena. Europa Edizioni s.r.l., Roma

Copertina ASSI_coverIl romangiallo è ambientato per buona parte in Basilicata in particolare a Pisticci, a Matera e nei comuni del Metapontino.
L’autore, che è anche presidente dell’Associazione Lucana di Reggio Emilia, trova un modo divertente raccontando la storia dei protagonisti per esaltare i luoghi, la storia, la cultura e la cucina lucana.
E’ la prima volta che nelle librerie arriva un romangiallo che Vena subito chiarisce dicendo che non è un romanzo giallo, è tutta un’altra cosa.
Come possiamo definirlo allora?
Il libro – continua Vena – è come un “racconto game”. Il lettore, come in un video gioco, diventa da subito protagonista infatti, prima di acquistare il libro, dovrà leggere la premessa perchè una sua scelta sbagliata modifica il futuro dei protagonisti del libro.
Nelle due pagine della premessa viene spiegato che i libri in realtà sono due in quanto sono stati scritti due finali per i protagonisti. Il finale pari, che dovrà acquistare il lettore nato in un giorno pari ed il finale dispari che dovrà scegliere il lettore nato in giorno dispari.
La storia è racchiusa in tre capitoli: il passato, che inizia il 29 febbraio del 1956 quando nasce Marina; il presente, che va dal 16 agosto (festa del santo Patrono di Pisticci) del 2014 e dura un anno; il futuro che parte il giorno in cui il lettore acquista il libro e si conclude il 29 febbraio 2016, con un doppio finale, quando…

Passato. La vita di Marina non inizia nel migliore dei modi. Ancora molto giovane, si lascia convincere a seguire un ragazzo a Roma, lasciando la sua Ucraina. Lui si rivelerà ben presto un farabutto e lei si ritroverà sola, disperata ed incinta. Il suo solo conforto è l’amica Dafne, l’unica che le resta accanto. Sarà proprio lei ad aiutarla quando Marina darà alla luce ben quattro gemelli.
A questo punto, la storia prende una piega inaspettata: Marina fugge e Dafne viene aggredita. Prima di essere affidati a quattro famiglie diverse, ai bambini viene tatuato sulla mano il seme di una carta da gioco. Cuori, Quadri, Fiori e Picche.
Presente. I quattro ragazzi sono adulti. Per 38 anni restano all’oscuro dell’esistenza degli altri gemelli. Formano il loro carattere vivendo in quattro luoghi diversi: Pisticci (MT), Reggio Emilia, Venezia e Torino.
Per loro sta per arrivare una verità che potrebbe cambiare tutto. Cosa troveranno, nel momento della verità? Sta al lettore deciderlo. Dopotutto, il futuro è incerto finché non si prende una decisione, no? E questa decisione la prenderai tu lettore leggendo la premessa prima di acquistare il libro.

Intervista televisiva dell’autore lucano Donato Vena