Libri

Delitto alla scuola d’inglese

“Delitto alla scuola d’inglese” di Francesco CostaAletti Editore

Il protagonista/narratore di questo libro è un individuo costretto a diventare un investigatore dai gravi eventi che lo coinvolgono.

I fatti. Il dinamico dirigente di un ente pubblico con sede a Roma si iscrive ad un corso di inglese in vista della sua prima vacanza negli USA insieme alla compagna. Il verificarsi di un delitto proprio nella scuola porta il protagonista ad improvvisarsi detective, inizialmente solo per allontanare da sé i sospetti e successivamente per cercare di fare luce sul caso.

Le sue ricerche iniziano a Roma (città che appare sotto una luce più moderna ed evoluta rispetto alla immagine coatta e disincantata tante volte rappresentata in libri e film) e continuano poi in UK e negli USA.

A Londra, dove si trova per ragioni di lavoro, avviene la sparizione (conclusa tragicamente) di una docente del corso di inglese da lui incontrata sul volo di andata. Successivamente, a New York e a Los Angeles durante la tanto sognata vacanza, le sue ricerche lo porteranno a mettersi in una serie di guai, ricercando qualcuno o qualcosa che possa donargli la tranquillità liberandolo dalla cupa atmosfera di sospetto che aleggia sulla sua persona. Una ricerca impegnativa che sarà anche un modo per analizzare se stesso e i suoi problemi interiori.

In questo primo lavoro, l’autore, ferme restando le caratteristiche proprie del romanzo (invenzione di fatti e personaggi), utilizza al meglio gli elementi essenziali per la stesura di un giallo: corrispondenza temporale degli avvenimenti, credibilità in relazione allo svolgimento delle azioni e ai luoghi (quasi tutti personalmente conosciuti), convincente immedesimazione nei comportamenti di personaggi di età diversa dalla propria.
Caratteristiche conoscitive e narrative che rendono avvincente la lettura del libro.

L’Autore. Francesco Costa, di origini lucane, vive a Roma. Da sempre, oltre al suo impegno dirigenziale in un istituto di credito pubblico, ha coltivato la passione per i viaggi e per la composizione poetica. Passioni che coltiva tuttora, viaggiando in ogni continente, componendo poesie e, negli ultimi anni, esordendo come autore di gialli proprio con Delitto alla scuola d’inglese cui farà poi seguito Dies ad quem. Pieno di curiosità, Francesco nutre anche interesse per l’arte e il teatro.