Eventi dell'Associazione

Festa internazionale della donna

…storie dell’emigrazione lucana

La giornata internazionale della donna, l’8 marzo, è stata scelta anche per ricordare il più grave incidente della storia industriale di New York, il rogo della camiceria Triangle, avvenuto nel 1911.
Nell’incendio, morirono 146 persone (123 donne e 23 uomini), in maggioranza immigrati ebrei da vari paesi europei e 38 donne italiane, tra le quali due lucaneIsabella e Maria Giuseppa Tortorelli.

La tragedia ebbe un forte impatto sociale e politico perché la chiusura dall’esterno delle porte dei vari reparti, allora una diffusa abitudine patronale, aveva eliminato le vie di fuga.L’indignazione popolare determinò il varo di norme di sicurezza e lo sviluppo di un protagonismo sindacale femminile che avrà da allora una grande rilevanza internazionale.

giornata-internazionale-della-donnaLe due donne lucane erano sorelle (tragedia nella tragedia) nate ad Armento (PZ) in val D’Agri, partite per gli USA nel corso della grande ondata migratoria dei primi del Novecento, lasciando le povere case di Armento insieme agli affetti e alla solidarietà del Rione San Rocco.

Le loro storie sono narrate nel volume Camicette Bianche: due lucane nel rogo del Triangle (LUD 2015) e in occasione della sua presentazione, il Comune di Armento ha dedicato uno dei suoi più begli spazi pubblici alle sorelle Tortorelli.
La vicenda è ricordata anche nel Museo dell’emigrazione lucana all’interno del Castello Federiciano di Lagopesole caratterizzato da un moderno allestimento che impiega tecnologie multimediali.

Particolarmente interessante e toccante è la descrizione del viaggio (almeno un mese per raggiungere New York), dell’arrivo, degli esami medici e attitudinali da superare ad Ellis Island. Una esperienza che anche a distanza di decenni, grazie alla documentazione ed alle tecnologie interattive (ad es. sui test di ammissione), consente di rivivere le incertezze ed i timori di chi era appena “sopravvissuto” ad un viaggio lungo, disagevole e rischioso.

Il Museo, che è stato vistato nei giorni scorsi in occasione della riunione dei Presidenti delle Associazioni Lucane nel mondo, accompagnati dal coordinatore Luigi Scaglione, è una struttura di straordinario interesse.