Altre notizie

Leonardo Sinisgalli: elogio dell’entropia

Il 2 dicembre è stata inaurata la mostra di alcune opere grafiche di Leonardo Sinisgalli, il poeta-ingegnere, nato a Montemurro nel 1908, che ha segnato la cultura italiana del secondo dopoguerra per le sue opere poetiche e soprattutto per il suo lavoro di “creativo”  in grandi aziende italiane come Alitalia, Olivetti, Pirelli.

Le opere sono appunti, schizzi, segni grafici fatti su carte assorbenti, tutte di sorprendente bellezza e presentano un aspetto poco noto della multiforme attività creativa di Sinisgalli.

sinisgalli_invito_romaLe carte assorbenti utilizzate da Leonardo Sinisgalli per i suoi disegni arrivano all’Istituto Centrale per la Grafica di Roma, dopo essere state ospitate nella Casa delle Muse, a Montemurro e nella Galleria dell’Accademia di Belle Arti di Macerata.

Tra i presenti alla cerimonia di apertura, il Capo Gabinetto del MiBACT Giampaolo D’AndreaMaria A.Fusco (Dirigente Istituto Centrale della Grafica), il Presidente ed il Direttore della Fondazione Sinisgalli Mario di Sanzo e Biagio Russo, il critico d’arte Giuseppe Appella e Filippo Martino, Presidente dell’Associazione dei Lucani a Roma, insieme a vari dei suoi iscritti.

La mostra, al piano terra del Palazzo Poli, a ridosso della suggestiva Fontana di Trevi appena restaurata, resterà aperta fino al 10 gennaio 2016.

Disponibile un bel catalogo e altro materiale su Leonardo Sinisgalli in distribuzione gratuita.

Scarica il pieghevole (formato PDF)

Altre informazioni sul sito della Fondazione Leonardo Sinisgalli

  Le foto della mostra