Iniziative esterne

Premio E. Scardaccione alla regista Matilde D’Errico

Premio E. Scardaccione alla regista Matilde D’Errico

La Regione Basilicata (video della premiazione) ha istituito il premio intitolato alla memoria di Ester Scardaccione per valorizzare/ riconoscere il ruolo e l’impegno delle donne in ambito sociale, artistico, professionale e culturale.

Ester Scardaccione era una figura importante dell’evvocatura lucana ma soprattutto del mondo femminile lucano. Primo presidente della Commissioni per le pari opportunità, si era battuta in difesa dei diritti e del ruolo delle donne. Nel suo nome e per il sostegno ad una battaglia ancora necessaria, è stato istituito un premio internazionale la cui quarta edizione si è svolta il 19 settembre u.s.

Tra varie difficoltà, la d.ssa Antonietta Botta, Presidente della Commissione pari opportunità è riuscita ad organizzare un concorso che ha visto una straordinaria quantità di candidature  tutte di grande rilievo, che ha reso difficile il compito di selezione alla giuria. Dalla lettura  dei profili fatta ai presenti dalla Presidente Botta con un gesto di apprezzata attenzione  verso tutte le candidature, è emersa la vitalità del mondo femminile lucano.

Hanno vinto il premio 2013: Matilde D’Errico  (giornalista, scrittrice,regista TV), Cinzia Marroccoli (presidente di telefono Donna);  Carmela Suriano (imprenditrice agricola): Rosa Immacolata Vitelli (giornalista di Vanity Fair, inviata di guerra).

Matilde D’Errico è stata candidata dall’Associazione dei Lucani a Roma.

I nostri associati e coloro che seguono le nostre iniziative, hanno partecipato o viste le immagini dell’incontro dello scorso 8 marzo, quando il panel coordinato dalla n/s vice presidente Emma Urgesi e composto dalla D’Errico, Cristina Cerrato e Cristiana Coviello discusse della condizione femminile. Nella circostanza, venne apprezzata non solo la professionalità di Matilde ma anche il suo impegno a difesa delle persone deboli. Per questo, il Direttivo avanzò  la candidatura al premio E. Scardaccione ed ora si congratula vivamente con la D’ Errico per il riconoscimento conferitole dalla giuria.