Altre notizie

Estate 2018. La transumanza lungo antichi Tratturi

transumanza

Si continua a dare conto di iniziative dell’estate su località e contenuti connessi alla nostra programmazione. Tra queste, lo spostamento di greggi con cadenze stagionali (transumanza) lungo sentieri predefiniti (tratturi) sta diventando un fenomeno che attrae sempre maggiore attenzione.

In tutta Italia, questi antichi sentieri sommano circa  3100 km  di percorsi, molti dei quali vanno dalla Puglia all’Abruzzo e anche alle zone montane della Basilicata.

In occasione della transumanza, vi sono sempre state cerimonie ed eventi che, negli ultimi tempi si sono intensificati, diventando uno degli aspetti più belli del “turismo lento” che sta interessando i luoghi delle aree interne del nostro Paese.
Per questo, ci fa piacere riproporre la segnalazione di un nostro associato, l’ing Paolo Grippo che ha partecipato ad uno di questi eventi fornendocene un resoconto.

Anche quest’anno, seguendo una secolare tradizione, gli armenti della masseria Graziani, in Cerignola, hanno effettuato la transumanza dalla Puglia in Abruzzo.

Un migliaio di ovini di razza “altamurana delle langhe” vengono trasferiti su circa trecento ettari dati in concessione dalla regione Abruzzo per il pascolo estivo.

Il proprietario dell’azienda, Filippo Graziani, da anni festeggia questa occasione antica e moderna con una riunione di amici, conoscenti e spettatori occasionali sul davanti dello stazzo esistente da centinaia di anni, a passo Godi vicino Villetta Barrea.

Quest’anno l’evento si è svolto il 18 Agosto ed ha offerto l’occasione di ripresentare antichi piatti regionali, come il pentolone con la cottura di pecora, composto da strati sovrapposti di carne sceltissima di pecora e patate, conditi con tredici erbe segretissime. Un cuoco esperto in cucina regionale esegue, a beneficio degli astanti, la preparazione delle fettuccine e degli gnocchi secondo la tradizione regionale.

Filippo è affiancato dai figli Ermanno e Margherita, che conducono direttamente l’azienda di famiglia, la SOGIRO, che produce oltre ad olio bio extravergine, pregiate caciotte da latte caratterizzato positivamente dai pascoli in altura.