Eventi dell'Associazione

La visita guidata Terme di Diocleziano e Palazzo Massimo

Visita guidata Terme di Diocleziano cover

Sabato 26 novembre, ore 10:30 

Le Terme di Diocleziano, tra le ultime grandi opere costruite prima della caduta dell’impero Romano, restaurate dopo anni di incuria, sono strutture che impressionano per il loro grandissimo impatto.
Visita guidata Terme di Diocleziano 02Si tratta di un enorme complesso, in parte trasformato in chiesa da Michelangelo nel ‘500, con annesso monastero e chiostri che ospitano splendidi reperti archeologici.

Nel vicino Palazzo Massimo è invece possibile vedere: statue, mosaici, affreschi ritrovati durante la costruzione della Roma moderna, prima accatastati nelle terme e ora finalmente godibili grazie ad un allestimento moderno ed elegante.

Di particolare rilevanza gli affreschi, forse i più belli e meglio conservati tra tutti quelli giunti dall’età romana ai nostri giorni.

Visita guidata Palazzo Massimo 03Per l’ampiezza degli spazi e la quantità di opere, la visita è servita essenzialmente ad ammirare la grandezza delle Terme e visitare solo i capolavori assoluti (affreschi, mosaici e bronzi) di Palazzo Massimo.

I momenti salienti della esposizione della dott.ssa Paola Goggioli sono stati:

  • l’inquadramento delle terme nel tessuto urbano della città di età imperiale; poi di quella papalina, della urbanizzazione post-unitaria e contemporanea;
  • la descrizione dell’originario complesso termale (il più ampio che si conosca) non facile da capire per le sovrapposizioni e i mutamenti nella destinazione d’uso delle ciclopiche costruzioni, le originarie terme di Diocleziano sono diventate nel tempo: chiese, convento con due chiostri, strade, piazze, spazi espositivi;
  • visita ad alcune di queste parti; a cominciare dalla chiesa di S. Maria degli Angeli e dei Martiri; ricavata da Michelangelo attraverso il riuso creativo di spazi centrali del sistema termale (calidario e frigidario) e successivamente abbellito dal Vanvitelli;
  • la visita ai tre punti di maggiore bellezza del museo di Palazzo Massimo: alcuni mosaici; gli affreschi e infine l’analisi dei due magnifici bronzi e soprattutto della statua del pugile seduto, forse in attesa del verdetto, con ancora chiari sul volto i segni del combattimento e di altre notazioni fisiche di straordinaria umanità.

Nell’insieme, una straordinaria occasione di apprendimento che i partecipanti si sono ripromessi di proseguire per proprio conto e che si segnala a tutti gli interessati a scoprire la Grande Bellezza di Roma, fonte inesauribile di sorprese.