Libri

Vito Riviello: “Tutte le poesie”

Vito Riviello è un importante poeta italiano ma è stato anche un importante operatore culturale della vita di Potenza (sua città natale) e della Basilicata. Un’attitudine che non ha cambiato anche dopo il suo trasferimento nella Capitale dove Tuccino è stato tra i fondatori dell’Associazione dei Lucani a Roma che aveva ed ha tra le sue finalità statutarie la diffusione della cultura.

Vito Riviello, con un vivace interesse per la cultura meridionalista, manifestò presto la sua vocazione poetica in termini diversi rispetto a quella di illustri poeti Lucani del secondo dopoguerra: Rocco Scotellaro, Leonardo Sinisgalli, Albino Pierro, che lui ammirò molto. Ma in una intervista del del 1985  indicò le differenze di contesto nella sua vocazione: loro sono nati in piccoli borghi , hanno cantato un pò l’aspetto malinconico della civiltà mediterranea, l’espressività greca classica, tragica… Io sono nato in una città chiusa e precaria come Potenza, invasa e distrutta da eserciti e terremoti. Murat ne fece una piccola capitale, una vice -Napoli. Mentre nei paesi, nella solitudine e nella miseria, fioriva soprattutto una poesia d’amore (…), nella “capitale” fioriva invece una poesia a dispetto ironica e cattiva…

Ma più che cattiveria, nella poesia di Tuccino c’è molta ironia e tanta saggezza oraziana. Il grande poeta venosino che lo appassionava sommamente e di cui ha perfino riscritto a modo suo la quinta satira.

Nell’incontro di mercoledì 15 gennaio questo e molto altro verrà evocato e per questo varrebbe la pena di partecipare.